L’incubo del lunedi: come tornare al lavoro dopo un week-end o una breve vacanza

Quante volte di ritorno da un viaggio o da un week-end, prima di addormentarvi la domenica sera, avete avuto l’incubo del “the day after”? E come è stato il vostro risveglio? Traumatico?

Il lunedi è il primo, odiato, giorno che arriva dopo il weekend e generalmente è scelto per ripartire dopo periodo di ferie. Succede a molti di noi, dopo un fine settimana “infuocato” o qualche giorno di relax, di ritornare in ufficio e sentirsi catapultati nel peggior incubo: il tempo libero sembra smarrito e ci si deve concentrare per sopravvivere al ritmo lento e noioso degli impegni di lavoro. La realtà ti bussa alla porta e noi dobbiamo, necessariamente, aprirle la porta.

Come poter “sopravvivere” all’impatto con la realtà lavorativa? Ci sono alcuni piccoli consigli che possono essere utili per migliorare le condizioni del rientro al lavoro. Alcuni manager di successo li hanno applicati e ne hanno potuto testimoniare i benefici.

Tornate al lavoro più presto rispetto al solito.

L’essere stati fuori ufficio per qualche giorno avrà contribuito ad aumentare le cose da fare. Per riorganizzarsi nel migliore dei modi meglio svegliarsi prima e andare a controllare di buon’ora la propria scrivania: questo renderà più “soft” il vostro rientro.

Controllate gli appuntamenti in agenda con più attenzione.

Verificate che vi siano appuntamenti o impegni sovrapposti e che il volume di lavoro sia realizzabile. Se necessario svolgete questa operazione anche due, o tre volte. Ripartire da una perfetta organizzazione faliciterà le operazioni.

Aumentate la concentrazione.

Evitate di pensare ai vostri momenti spensierati appena vissuti. Sappiamo tutti che non è facile ma non farlo, negli orari di ufficio, vi connetterà più facilmente con i vostri impegni.

 

La nostra Raffaella consiglia di ascoltare a tutto volume Manic Monday dei “The Bangles”: forse vi basterà solo questo!